Translate

martedì 19 marzo 2013

RICONOSCIUTA NEL VENETO LA MCS COME MALATTIA RARA

PER GLI ELETTROSENSIBILI QUALCOSA STA CAMBIANDO 



13/03/2013
E' stato approvato dal CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO, il 5 marzo 2013,il:

DISEGNO DI LEGGE RELATIVO A “NORME DI SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA DI IGIENE, MEDICINA DEL LAVORO, SANITÀ PUBBLICA E ALTRE DISPOSIZIONI PER IL SETTORE SANITARIO”.

(Progetto di legge n. 199)

che all'art 12 recita:

Riconoscimento della sensibilità chimica multipla quale patologia rara. Iniziative per la diagnosi e la cura.
1. La Regione riconosce la sensibilità chimica multipla quale patologia rara.
2. Entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge, la Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale competente in materia di sanità, individua:
a) la sede del centro di riferimento per la cura della sensibilità chimica multipla;
b) gli ulteriori presidi destinati alla diagnosi e cura della sensibilità chimica multipla;
c) la dotazione organica e le risorse finanziarie necessarie al funzionamento dei presidi di cui alla lettera b);
d) i criteri per l’esenzione dal ticket per la diagnosi della sensibilità chimica multipla e le terapie per la cura della stessa.
L'approvazione è avvenuta grazie all'impegno delle associazioni venete di MCS e in particolare grazie all'impegno del sig Claudio Fiori.
Un possibile riconoscimento dell'elettroipersensibilità è + complesso perchè non esiste un consensus diagnostico internazionale come esiste per MCS dal 1999, ma vista la frequente associazione di EHS ad MCS è stata aperta la strada. 

FONTE : elettrosensibili.it

Nessun commento:

Posta un commento